Skip to main content

Dott. Andrea Borasi

Chirurgia generale e della tiroide

Conseguita la Maturità Classica nel 2000 e il Diploma di Violino nel 2004, nel 2006 si è laureato in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Torino e nel 2013 si è specializzato in Chirurgia Generale.
Da allora lavora presso Humanitas Gradenigo, ove ricopre il ruolo di Dirigente Medico di I Livello presso la Struttura Complessa di Chirurgia, e – nell’ambito dell’Ospedale – quello di Referente per la Chirurgia Tiroidea, per la quale è accreditato presso la SIUEC (Società Italiana Unitaria di Endocrinochirurgia) con un volume di casi superiore a 70/anno.

Nel corso degli anni ha inoltre sviluppato esperienza nella chirurgia laparoscopica e mininvasiva, con particolare riguardo al trattamento delle ernie inguinali e ombelicali, dei calcoli della colecisti e delle neoplasie del tratto gastroenterico.
Dal 2017 è Responsabile Regionale ACOI Giovani. E’ autore di oltre 20 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali. Ha partecipato inoltre ad oltre 100 congressi e corsi di aggiornamento anche come relatore.

Attività svolta: visite di Chirurgia della Tiroide e di Chirurgia Generale

Chirurgia della tiroide

Nell’ambito di un percorso di cura multi specialistico, il paziente viene valutato dall’endocrinologo e, quando necessario, affidato al chirurgo. Si tratta di un modo di procedere consolidato che, attraverso la collaborazione tra diversi specialisti impegnati da anni nel trattamento delle patologie endocrine, offre al paziente il miglior iter possibile.

È molto importante offrire la possibilità di una presa in carico totale, che assista il paziente in ogni fase della propria malattia. La chirurgia della tiroide è una chirurgia complessa ma che nel post-intervento non pregiudica la qualità di vita del paziente: due giorni di ricovero e, nel giro di 10 giorni, il ritorno alla vita di sempre nonché la continuazione del percorso di cura con gli specialisti dell’Endocrinologia. È fondamentale però rivolgersi a Centri dedicati.

Chirurgia delle ernie

La riparazione dell’ernia inguinale rappresenta l’intervento chirurgico più frequentemente eseguito nelle sale operatorie di tutto il mondo. L’incidenza globale dell’ernia inguinale nella popolazione si aggira intono al 4- 5% con valori che raddoppiano se si prende in considerazione il solo sesso maschile.

L’intervento chirurgico può prevedere un accesso anteriore (il classico intervento con un’incisione a livello inguinale) o un accesso posteriore mininvasivo in laparoscopia, che viene svolto in anestesia generale, ma in cui è comunque possibile dimettere il paziente nella stessa giornata.
Questa tecnica permette un recupero più celere delle attività quotidiane e sportive, in pochi giorni il paziente può già riprendere a guidare l’auto e svolgere un’attività lavorativa a bassa intensità.

Chirurgia della colelitiasi

La calcolosi della colecisti riguarda più il sesso femminile e interessa fino al 15% delle donne. La presenza di calcoli viene svelata da una semplice ecografia e, in caso di sintomi, viene operata. Se i calcoli non danno sintomi, il paziente può essere seguito dal medico di base con l’eventuale aiuto di un gastroenterologo.

Il “gold standard” del trattamento chirurgico consiste nella colecistectomia laparoscopica. L’approccio mininvasivo consente una rapida ripresa dell’alimentazione e permette una dimissione a 24-48 ore dall’intervento, con un ritorno alle normali attività quotidiane e lavorative in circa 10-15 giorni.

Prenota la tua visita

Informazioni sulle prenotazioni

Prenota Online Privato e Assicurazioni

Prenota con
il SSN